Prima del viaggio

Prima del viaggio in Tibet bisogna avere informazioni chiare riguardo all’organizzazione del  soggiorno nel “Paese delle nevi”, bisogna conoscere quali permessi sono necessari per entrare e visitare il paese, il clima e di conseguenza quale può essere il periodo migliore per realizzare il viaggio, e quale attrezzatura ed abbigliamento e più utile portare con voi, non ultime le informazioni riguardo alle precauzioni sanitarie.

Per quel che riguarda i visti per visitare il Tibet, sono necessari dei permessi speciali: il Tibet Entry Permit, che serve per entrare e visitare la valle di Lhasa, poi ci sono gli Alien Travel Termit emessi per visitare zone specifiche fuori dalla valle di Lhasa. Nel caso vogliate viaggiare in diverse aree del Tibet, ad esempio dalla città di Shigatse al monte Everest o al confine con il Nepal, vi serviranno molti permessi. Le modalità per ottenere questi permessi sono diverse, ma tenete presente che per visitare il Tibet serve un visto turistico cinese e la legislazione locale vieta l’ingresso ai viaggiatori indipendenti. Per ottenere il visto potrete rivolgervi al consolato cinese o all’ufficio visti per richiedere un visto turistico perla Cina e sul modulo dichiarate di voler visitare la regione tibetana, il consolato vi metterà in contatto con un’agenzia che si occupa di viaggi in Tibet o con l’Amministrazione turistica della regione autonoma tibetana.

Altra ipotesi è quella di richiedere in visto turistico perla Cinasenza specificare di voler visitare il Tibet, per poi rivolgervi prima della partenza o durante il viaggio ad un’agenzia specializzata che si trova in Cina per scegliere il pacchetto viaggio più vicino alle vostre esigenze.

Una volta risolte le pratiche burocratiche è importante determinare il periodo del viaggio in Tibet, ovviamente il clima del Tibet è abbastanza rigido e secco tutto l’anno, durante i mesi estivi da giugno ad agosto la temperatura può arrivare intorno ai 25 gradi di giorno e scendere sotto lo zero di notte a seconda dell’altitudine dove vi trovate, durante i mesi invernali la temperatura scende sotto lo zero e sale oltre lo zero di pochi gradi, quindi è importante portare abiti sia primaverili che invernali, nei mesi estivi che risentono dei monsoni è consigliato portare abiti che proteggano dalla pioggia, come poncho e cerate.

Per quanto riguarda la prevenzione della salute non ci sono vaccinazioni obbligatorie per entrate in Tibet, e anche se le condizioni igieniche sono diverse dai nostri standard il clima non rende diffuse infiammazioni intestinali, come nei climi caldi e umidi, comunque è bene consultare il vostro medico prima di partire per il vostro viaggio in Tibet.