Prima del viaggio

Visto Obbligatorio

Passaporto Valido per sei mesi dopo la data di uscita

Febbre gialla
Obbligatoria per chi proviene da paesi infetti

Profilassi antimalarica Consigliata

Vaccino Epatite A ed antitifico Consigliati

Vaccino Epatite B Consigliato per chi sosta a lungo

Quando andare
Ottobre e novembre sono i mesi migliori per visitare il Paese essendovi maggiori probabilità di trovare cielo sereno e di vedere quindi le cime delle montagne. In inverno le temperature si abbassano e nevica nelle regioni più alte con conseguente chiusura di alcune strade. Nettamente migliore la primavera (marzo-maggio) anche se piuttosto piovosa. Il periodo da evitare, dal punto di vista climatico, è l'estate: è il periodo del monsone che scarica piogge torrenziali (500-1000 mm). Ma un motivo per visitare il Paese è dato anche dalla possibilità di assistere a qualcuna delle sue feste religiose e pertanto la scelta della data potrebbe essere fatta con questo criterio, altrettanto valido ed indipendente dal clima.

Burocrazia e visti

Per entrare in Bhutan è necessario il passaporto in corso di validità. Il visto è obbligatorio ed è ottenibile prenotando un pacchetto di viaggio presso un’agenzia che organizza tour in Bhutan; lo stesso discorso vale anche per chi viaggia individualmente, varia solo la tariffa giornaliera prestabilita (i viaggiatori indipendenti non sono ammessi; chiunque intende recarsi nel Paese è inoltre tenuto a contattare anticipatamente il Tourism Authority of Bhutan, P.O. Box 126, Thimpu, fax. 2-23965; tab@drucknet.bt). In particolare: gruppi di 4 e più persone pagano 200 dollari a persona per ogni notte di soggiorno nei mesi di marzo/maggio e settembre/novembre oppure 165 dollari a persona per ogni notte di soggiorno nei mesi di dicembre/febbraio e giugno/agosto. In questa tariffa sono comprese: tasse, vitto e alloggio, guide, trasporti e autista. Per gruppi di 3 persone la tariffa è quella sopraindicata a cui è da aggiungere una sopratassa di 20 dollari a persona per ogni notte di soggiorno, per gruppi di due persone la sopratassa è di 30 dollari a persona mentre 1 persona paga una sopratassa di 40 dollari per ogni notte di soggiorno. Studenti di età inferiore ai 25 anni hanno diritto a uno sconto del 25% sulla tariffa normale; sconti sono previsti anche per chi soggiorna in Bhutan per più di 10 gg. Tutti i pagamenti devono essere fatti in dollari, euro, sterline o yen alla Royal Monetary Authority of Bhutan in favore del Tourism Authority of Bhutan con almeno 6 settimane di anticipo rispetto alla data della partenza. Solo a questo punto si ottiene il visto al momento dell’arrivo in Bhutan; il costo del visto è di 20 dollari e non può essere esteso oltre i giorni di soggiorno previsti (Attenzione: al momento della richiesta del visto indicate il vostro nome e cognome esattamente com'è scritto sul passaporto!)..

Vaccinazioni
Ufficialmente non sono richieste vaccinazioni per entrare nel Paese. Resta consigliabile la vaccinazione antitifica, quella contro l'Epatite A e quella contro l'Epatite B; opportuno anche un richiamo antipolio in quanto la poliomielite è ancora presente nel Paese. La vaccinazione antimalarica (clorochino-resistente; rischio tutto l'anno) è consigliata a coloro che intendono recarsi nei distretti di Chhukha, Samchi, Samdrup, Jonkhar, Geylegphug e Shemgang. Non c'è rischio malarico a Paro e Thimphu.

Da mettere in valigia
La variabilità del clima bhutanese consiglia di portare un certo assortimento di capi, comprese mantelle impermeabili e abiti caldi per la sera, scarponi e scarpe da trekking, cappello, occhiali,crema da sole e per labbra, borraccia, torcia, ombrello pieghevole,una sveglia, tappi per le orecchie, prodotti contro le zanzare ed eventuale zanzariera, farmacia da viaggio e pronto soccorso, due foto-tessera per il visto d'entrata. Non dimenticate qualche capo più elegante e formale nel caso, non raro, vogliate partecipare a qualche festa o abbiate contatti con qualche funzionario. Se partecipate ad un trekking, ricordate che l'operatore provvede ai materassini di gomma per i sacchi a pelo e al necessario per la cucina compresi piatti e posate; a tutto il resto dovete pensare voi anche in considerazione del fatto che in Bhutan non è possibile noleggiare equipaggiamento sportivo e non si trova disponibilità di capi di abbigliamento o di oggetti particolari da acquistare.

Elettricità
L'elettricità è a 230 volt. A causa di possibili interruzioni di elettricità (Bhutan centrale e orientale) conviene portarsi anche una torcia elettrica.

Quanto costa
Poiché in Bhutan il turismo indipendente non è consentito bisogna o ricorrere ad uno dei viaggi organizzati proposti dai tour operator (si parte da 2600 euro circa per due settimane di soggiorno) o fare capo ad un'agenzia locale riconosciuta dal Tourism Authority of Bhutan. Ulteriori indicazioni sui costi si trovano nella sezione Burocrazia e visti.